Pet Therapy

Gli Interventi Assistiti con Animali (IAA) rappresentano una co-terapia ormai dimostratasi efficace nell’alleviare lo stress e l’ansia da ricovero in età pediatrica.
Per questa ragione, a partire dal 1996, si è deciso di portare in visita gli animali nel giardino interno dell’ospedale, per giungere nel 2005 a Pet Ped, un progetto di Attività Assistite con Animali (AAA), realizzato in collaborazione con l’Associazione PetProject di Padova, che si propone, insieme alle altre iniziative del Servizio Gioco e Benessere di sostenere la dimensione psicorelazionale del bambino durante il ricovero.
Tale progetto, consistente in una serie di incontri strutturati con diverse specie di animali : cani e  cavie costantemente monitorati riguardo alle loro condizioni igienico-sanitarie, che a turno, ogni settimana, sono accolti nella sala giochi dell’ospedale è stato ideato e viene realizzato da un’équipe multidisciplinare adeguatamente formata.
Le AAA si svolgono da una a due volte alla settimana e prevedono una fase iniziale, in cui il coadiutore spiega ai bambini le caratteristiche dell’animale coinvolto mediante slides, foto e altri ausili, per stimolarne l’interesse e la partecipazione. I bambini vengono così invogliati a porre domande, raccontare le proprie esperienze e ad arricchire il proprio bagaglio di conoscenze relativo al mondo animale. Segue poi l’avvicinamento graduale all’ animale mediato da giochi di ricerca, riporto e problem – solving fino ad arrivare alla fase di contatto diretto individuale, nella quale il bambino può spazzolare, accarezzare e offrire del cibo all’ animale. Infine, i bambini vengono invitati ad esprimere l’esperienza appena vissuta mediante un testo, disegno o lavoretto, realizzati con tecniche diversificate per fasce d’età. Mostrano emozioni positive nella fase di contatto, quali entusiasmo, curiosità, felicità, mentre interagiscono con l’animale, avvicinandosi, accarezzandolo e porgendogli il cibo.
I bambini, inoltre, partecipano con attenzione, intervengono per porre domande o portare la propria esperienza relativa all’animale protagonista.
Queste attività, come riferito dai genitori, contribuiscono ad alleviare il trauma dell’ospedalizzazione: “Distrae i bambini dalle continue attività mediche e regala un aspetto positivo alla permanenza in ospedale!” e rappresentano un momento ricreativo e ludico per il bambino.
La maggior parte dei genitori sottolineano i benefici sia psicologici (il rilassamento, la socializzazione ed il prendersi cura di un essere vivente) che educativi (la possibilità di fare nuove esperienze ed arricchire le proprie conoscenze).
Alcuni bambini ricordano positivamente l’esperienza vissuta con gli animali in ospedale, tanto da richiedere, se possibile, al proprio medico di fissare le visite di controllo in concomitanza del giorno delle AAA, per potervi nuovamente partecipare. In questo modo la malattia e l’ospedalizzazione, possibili fonti di trauma per il bambino e la sua famiglia, possono trasformarsi in un’esperienza che lascia dei ricordi piacevoli, da portare con sé e condividere al rientro a casa con i coetanei.

  • Play is the work of children